consulta la lista completa
dei nostri CORSI SPORTIVI
consulta la lista completa
dei nostri CORSI RICREATIVI
consulta la lista completa
delle ATTIVITA' PER BAMBINI
Libro ''La Crocetta''
presentazioni:

LA PRESENTAZIONE DEL SINDACO DI MODENA

-----"La gente della Crocetta". Di solito l'espressione gente risulta troppo generica, si cancellano le differenze e quindi si altera la realtà . Per questo preferisco parlare di donne e uomini, di giovani e anziani, o ancor meglio di persone e cittadini, insomma esseri umani importanti singolarmente prima ancora che per categorie di appanenenza.
-----Per la Crocetta, però, sento di poter fare un'eccezione. E' talmente forte il legame di appartenenza a questa zona della città , e così esplicito il senso di identità di chi ci vive, da rendere naturale, conseguente una definizione comune. "La gente della Crocetta" in questo caso non appiattisce, ma assume invece un significato unificante, rappresentativo di una realtà che ha saputo cambiare, progredire, crescere senza snaturarsi.
-----Un quartiere dalla storia antica e sempre poco convenzionale, al servizio della città, anzi concretamente legata alla produzione di ricchezza per la città. Era giusto, quindi, che la città decidesse di restituire una parte di quanto ricevuto, nulla di paragonabile a secoli di storia, ma certamente un intervento in grado di lasciare un segno nel tempo.
-----Ovviamente il riferimento è al progetto di recupero della fascia ferroviaria, area fondamentale della Crocetta e decisiva in tutto il percorso di sviluppo di Modena negli ultimi 150 anni.
-----Si cominciano a veder gli effetti degli interventi e nei prossimi anni tutta la zona cambierà volto: sarà più bella e più funzionale; più vicina al resto della città , con la ferrovia che non sarà più un limite pressochè invalicabile, ma piuttosto il completamento di una sistema urbano della mobilità che alla Crocetta trova uno dei nodi fondamentali.
-----Ma in questo spazio non vorrei parlare tanto del passato e nemmeno dei progetti già noti per presente e futuro: vorrei parlare soprattutto di persone. Ovviamente i luoghi vengono influenzati dalle persone e viceversa, e quindi la tradizione popolare e la vocazione produttiva della Crocetta sono capitoli di uno stesso libro scritto, anzi interpretato, giomo per giorno da uomini e donne che hanno scelto di vivere in questa zona della città.
-----La Crocetta, come viene ben descritto in altre pagine di questo libro, ha sempre ospitato gli ultimi arrivati a Modena o anche i visitatori di passaggio. In un caso e nell'altro, però, si è sempre trattato di lavoratori: dai barcaioli ai carrettieri, dai braccianti ai "camarant", dai fonditori ai tecnici della meccanica di precisione, dagli immigrati degli anni '60 a quelli dell'ultimo decennio.
-----Quando le grandi fabbriche della zona sono state chiuse o addirittura smantellate, la Crocetta produttiva ha trovato nuovi sbocchi verso l'esterno, ma le persone non hanno abbandonato le posizioni, rimanendo strettamente ancorate al proprio territorio. Evidentemente c'era fiducia nella possibilità che la ferita venisse risanata, che il vuoto tra il centro storico e Crocetta potesse essere colmato. Ora questa fiducia sta per essere ripagata: si tratta di un percorso complesso, che magari potrà anche subire ritardi e rallentamenti, ma di certo non potrà essere fermato.
-----Il quartiere cambierà ancora e nel farlo cambierà la città: arriveranno nuove attività e nuovi residenti, nuova linfa per la Gente della Crocetta e per un'identità popolare che è l'essenza stessa della modenesità.

  Giorgio Pighi
Sindaco di Modena
Iscriviti alla Newsletter
Prenota campi tennis on-line
codice socio            password
 controlla la disponibilità dei campi
Sostenitori
dentalcurequostecno-utensil